Naviga categoria
Categoria: Cibo e storia

Il banchetto rinascimentale

Il banchetto rinascimentale

Il banchetto rinascimentale è una forma d’arte che unisce il gusto dello spettacolo alla musica e alla tavola. È una rappresentazione del potere che si esprime per mezzo dell’ostentazione dei simboli della tavola attraverso i quali è esaltata la grandezza del principe. Questa forma d’arte, dove la magnificenza è la parola chiave, prende corpo probabilmente a Napoli e poi si diffonde alle corti del nord Italia con il matrimonio di Ercole I d’Este ed Eleonora d’Aragona. Raggiunge poi i massimi vertici di raffinatezza nel periodo compreso tra il regno di Ercole II e quello dell’ultimo duca di Ferrara Alfonso II: a…

Read More Read More

I cuochi di un tempo

I cuochi di un tempo

Johannes Bockenheim, membro del clero tedesco, aveva mansioni di cuoco presso la curia papale, infatti era lo chef alla corte di papa Martino V. Il suo libro “Registre de cuisine” fu scritto in latino tra il 1431 e il 1435 Sic fac fritatem de pomeranciis Recipe ova percussa, cum pomeranciis ad libitum tuum, et axtrahe inde sucum, et mitte ad illa ova cum zucaro; post recipe oleum olive, vel segimine, et fac califieri in patella, et mitte illa ova intus….

Read More Read More

Cucina rinascimentale

Cucina rinascimentale

Le fonti per comprendere le abitudini alimentari del Rinascimento si possono attingere dalla fiorente “letteratura di cucina” per le classi nobili, e dagli Statuti delle città per la borghesia e i contadini. L’arte del cucinare toccò in Italia vette senza pari in Europa, con pratiche e piatti che restarono però d’ispirazione medievale, con il perpetuarsi del gusto dolce e salato mischiati assieme, e presentati  teatralmente.
Gli addetti al servizio della tavola erano dei professionisti, e nella gerarchia il cuoco (spesso di…

Read More Read More